Sintesi del Progetto

L’obiettivo di questo progetto è di divulgare la cultura della conciliazione e della corresponsabilità di uomini e donne nel lavoro di cura, intervenendo nell’organizzazione del lavoro di una Pubblica Amministrazione come l’Università del Salento, attivando trenta postazioni di Telelavoro, destinate ad altrettanti dipendenti, opportunamente selezionati attraverso idonee procedure, che consentiranno loro di poter prestare il proprio lavoro da casa per periodi più o meno lunghi, a seconda delle personali esigenze di conciliazione dei tempi di vita e di lavoro. L’avvio delle postazioni sarà preceduto da una fase di studio e analisi di dati e informazioni sulle specifiche esigenze personali dei beneficiari e, quindi, dell’organizzazione del lavoro applicata nell’Amministrazione in cui si svolgerà la sperimentazione. Parallelamente, attraverso il “Patto Sociale di Genere”, si determinerà il coinvolgimento attivo delle organizzazioni sindacali che costituiranno il perno su cui fare leva onde apportare eventuali modifiche all’interno dell’Amministrazione per quanto riguarda la flessibilità dell’orario di lavoro. Il ruolo delle OO.SS. confederali sarà determinante nella divulgazione ed esportazione della metodologia e della buona prassi, nella rete degli Enti Locali aderenti al Patto Sociale. Attraverso l’attivazione di questi diversi attori, operanti nel territorio, sarà possibile esportare tali metodologie in altre realtà lavorative che potrebbero essere avvantaggiate dal metodo applicato e dagli studi facilmente adattabili in altri contesti.
Il progetto prevede un accompagnamento attivo all’estensione del telelavoro negli Enti locali sottoscrittori del Patto, al fine di modificarne culturalmente il contesto.

 

I commenti sono chiusi.